Ho sentito tanto parlare di questo riso come di un riso di nicchia, speciale, pregiato tanto che quando l’ho trovato in negozio non ho esitato un attimo ad acquistarne una confezione.
E mentre io mi scervellavo su come cucinarlo per esaltarne il sapore e la consistenza mio marito me l’ha fatto in bianco. Non so come ma non l’ho ucciso…forse perché quei chicchi grandi e ricchi di sapore (anche se solo olio e parmigiano) mi avevano messo troppo di buon umore. E quindi, dopo averlo nascosto nella dispensa in attesa di un’illuminazione, oggi l’ho cucinato così.
Tempo di preparazione 30 minuti
Ingredienti x 4 persone
320 gr di riso
150 gr di pancetta
40 gr di funghi porcini  secchi
4 cucchiai abbondanti di parmigiano
400 ml di Brodo vegetale
Scalogno, olio, sale
Procedimento
Per prima cosa ho preparato il brodo vegetale e ho messo i porcini
secchi a “rinvenire” in acqua calda.
Poi ho preparato i cuoricini di parmigiano: ho messo la formina a forma
di cuore in padella e l’ho riempita con un cucchiaio di parmigiano, ho messo
sul fuoco e ho aspettato che sciogliesse, poi ho spento e dopo un minuto li ho
tolti dal pentolino e lasciati raffreddare su carta scottex.
Ed ora il riso: ho fatto stufare lo scalogno in padella e quando si è
disfatto ho messo la pancetta tagliata a listarelle, quando è diventato
trasparente ho aggiunto i funghi porcini, precedentemente rinvenuti in acqua
calda.
Ho fatto cuocere  un minuto
salando leggermente. Ho unito il riso e l’ho lasciato tostare, ho sfumato con
il vino bianco e poi ho iniziato ad aggiungere il brodo, poco per volta, fino a
cottura ultimata circa 18 minuti.
Ho impiattato mettendo delle listarelle di pancetta
croccante sopra il riso e decorando con la cialda di parmigiano a forma di
cuore.

.

riso Acquerello con pancetta e porcini

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.