Ogni volta che vado a fare la spesa mi metto a sbirciare tra frutta e verdura se ci sono alimenti “strani” e in un piccolo comune come quello in cui abito già la patata nera è “strana”…infatti le confezioni in vendita le ho poi comperate tutte io!!!

Immagine 011

Non sono nere, ma è sbagliato chiamarle patate viola, anche se la loro pasta è proprio viola!  Dopo averci preparato gli gnocchi, ho pensato di usarli nel ripieno dei ravioli, è bastato aggiungere un pò di cipollotto fresco e stracchino per ottenere un primo della domenica gustosissimo.

Immagine 014 Immagine 015

Immagine 017

Le patate le avevo già lessate e quindi ho accellerato un pò i tempo di preparazione. Fatemi sapere se li provate

Ravioli ripieni di patate vitelotte (o patate nere)
 
Prep time
Cook time
Total time
 
Ingredients
  • PER LA PASTA ALL'UOVO
  • 3 uova
  • 250 gr farina 0
  • 50 gr semola
  • 1 pizzico di sale
  • PER IL RIPIENO
  • 300 gr di patate nere (lessate)
  • 100 gr di stracchino
  • 2 cipollotti (piccoli)
  • olio, sale, pepe bianco, rosmarino
  • PER IL CONDIMENTO
  • 2 cipollotti
  • 500 gr di pelati
  • 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • olio, sale, pepe bianco
Instructions
  1. Per prima cosa dobbiamo preparare la pasta fresca: mettiamo la farina a fontana e vi rompiamo dentro le uova, sbattiamo leggermente con la forchetta, uniamo un pizzico di sale e poi impastiamo a mano fino ad ottenere un panetto morbido che lasceremo a riposare.
  2. Prepariamo il ripieno. Partendo dalle patate già lessate le sbucciamo e le tagliamo a cubetti.
  3. Tagliamo il cipollotto sottilmente e lo facciamo stufare con un filo d'olio e un pò d'acqua, aggiungiamo il rametto di rosmarino e le patate e le facciamo insaporire qualche minuto. Saliamo e pepiamo con il sale bianco. Una volta insaporito schiacciamo il tutto con lo schiacciapatate e quando sarà freddo aggiungiamo lo stracchino e amalgamiamo. A questo punto il ripieno è pronto (io per comodità l'ho messo dentro la sach a poche).
  4. Riprendiamo la pasta e iniziamo a stenderla con la "nonna papera" dallo spessore più grande a quello più piccolo: sulla sfoglia appoggiamo il ripieno, bagniamo la sfoglia con acqua e chiudiamo facendo uscire tuta l'aria. Coppiamo o tagliamo dando la forma del raviolo.
  5. Procediamo fino a terminare gli ingredienti.
  6. Questi ravioli sono ottimi conditi con burro e salvia, ma oggi li ho voluti condire con un sughetto espresso con cipollotti e pelati.
  7. Ho messo a cuocere il cipollotto rimasto insieme a poco olio e un pò d'acqua, quando è appassito ho unito i pelati e fatto cuocere qualche minuto a fuoco alto, ho aggiunto sale e pepe bianco e schiacciato i pelati.
  8. Quasi a fine cottura ho messo un cucchiaio di concentrato di pomodoro.
  9. Cuocere i ravioli un minuto da quando salgono a galla e condirli con il sughetto.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Rate this recipe:  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.