Vi devo raccontare di una serata veramente speciale che ho trascorso in ottima compagnia degustando pesce.  Poche sere fa ho avuto il piacere di gustare la cucina del ristorante Seven Lounge Bar di San Marino, un ristorante con pochi posti tavola inserito all’interno di un casinò. Devo dire che ero molto curiosa, soprattutto relativamente alla location, ma anche perché mi avevano detto che il pesce era molto buono.   E infatti ne ho avuto la conferma.

Il ristorante è piccolo e questo garantisce l’utilizzo di ottime materie prime e la cosa particolare è che, essendo inserito all’interno di un casinò, è riservato a persone maggiorenni, quindi il luogo perfetto per una serata romantica o tranquilla come quella che ho passato io con i miei amici.

Il menù presenta piatti golosissimi, sia di mare che di terra, che il maitre ha provveduto ad illustrarci nel dettaglio, ma consigliandoci il pesce in particolar modo ci ha detto di cominciare dalla fritturina che “apre lo stomaco” (provare per credere). Bene, io ho seguito il suo consiglio e ne sono rimasta affascinata.

fritto di calamari, gamberi e verdure
Mazzancolle “Reali“ pescate nell’Adriatico e preparate al flambè in Sala con insalatina di rucola, finocchi e arance

Come antipasto ho scelto le Mazzancolle “Reali“ pescate nell’Adriatico e preparate al flambè in Sala con insalatina di rucola, finocchi e arance, devo dire che è affascinante vedersi preparare il cibo al proprio tavolo.

Risotto allo Champagne Veuve Clicquot Ponsardin con Gamberi Rossi di Mazzara del Vallo – Sicilia e lime

Come primo ho scelto il Risotto allo Champagne Veuve Clicquot Ponsardin con Gamberi Rossi di Mazzara del Vallo – Sicilia e lime, io amo molto il risotto, ma credo non ne assaggerò mai uno più buono!

Spuma di mascarpone al cioccolato bianco, fragole marinate alla menta e meringhette

Ho concluso la cena con la Spuma di mascarpone al cioccolato bianco, fragole marinate alla menta e meringhette, dessert molto buono e leggero.

Nota di merito merita il pane, panini bianchi, alla curcuma, grissini e crackers portati a tavola ancora caldi. A conclusione della serata abbiamo avuto il piacere di conoscere il giovane chef Samuele Baro, che per me, è da stella Michelin.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.